“Lentamente muore”, il triste epilogo dell’ospedale Carlo Forlanini di Roma

Pubblicato Da

Data

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Inaugurato a Roma nel dicembre del 1934, l’ospedale Carlo Forlanini venne progettato per la cura delle malattie infettive. Si trattava di una struttura imponente e moderna, la cui superficie misurava circa 280000 metri quadri. Principalmente, il nosocomio ospitava i malati di tubercolosi, vero e proprio flagello che, in quegli anni, falcidava la popolazione, soprattutto nelle fabbriche, dov’era più facile restarne contagiati.

Per decenni il Carlo Forlanini fu considerato vero e proprio fiore all’occhiello della sanità italiana.

Poi, a causa di costi di gestione ritenuti troppo elevati, nel 2007 iniziò la chiusura dei primi padiglioni, fino alla definitiva cessazione delle attività ospedaliere, che avvenne però solamente nell’agosto del 2015. Durante questo lungo periodo di dismissione la maggior parte del nosocomio fu lasciata privo di manutenzione. A questo vanno aggiunti i danni provocati da occupanti e visitatori notturni.

Dopo la morte di una ragazza 15enne per overdose, nel giugno del 2016, il Forlanini venne sgomberato e la sorveglianza notevolmente rinforzata.

All’ interno dell’ospedale, ad oggi, sopravvivono alcune realtà, tra cui la zona universitaria e il gattile che ospita attualmente circa 300 felini.Gli abitanti del quartiere sperano che l’intera area dismessa venga riconvertita in opere pubbliche a beneficio di tutti i cittadini della capitale.

“Addentrarsi nelle aree abbandonate non è stato affatto semplice.  L’atmosfera mutava d’improvviso: la città spariva lasciando il posto ad un non luogo, sospeso in una dimensione spazio-tempo indefinita. Una sensazione  molto difficile da spiegare.In quei corridoi, nel corso dei decenni, milioni di persone avevano vissuto e lavorato ed era incredibile che una struttura del genere fosse divenuta cosi spettrale e carica d’angoscia”.

Fotografie: Susan RoPe

                 

 

 

               

 

 

Pubblicazioni

https://www.positive-magazine.com/slowly-dying-the-carlo-forlanini-hospital/